Regno Unito e Usa di fronte all’impatto del Covid-19 sulle minoranze etniche

Ultimamente, sono soprattutto i gruppi etnici minoritari nel Regno Unito e negli Stati Uniti coloro i quali vengono colpiti più duramente dal coronavirus. Solo il 14% delle persone in Inghilterra e Galles proviene da minoranze etniche, secondo il censimento del 2011. Tuttavia, nel Regno Unito uno studio dell’Intensive Care National Audit and Research Centre ha mostrato che il 35% su 3000 dei pazienti affetti da coronavirus è di etnia nera, asiatica o di qualche tipo di minoranza.

Chaand Nagpaul, presidente della British Medical Association, ha invitato il governo del Regno Unito a esaminare perché le persone appartenenti a gruppi di minoranze etniche sembrano essere maggiormente a rischio di contrarre il virus. La sua chiamata partì dopo che si scoprì che i primi 10 medici a morire per il virus nel Regno Unito provenivano da minoranze etniche. “Questo è estremamente inquietante e preoccupante” ha riferito, “anche dopo aver tenuto conto dell’elevato numero di lavoratori delle minoranze etniche del SSN, in particolare in Inghilterra e Galles, dove costituiscono il 44% dei medici rispetto al 14% della popolazione inglese e gallese.”

Nella città di Chicago, negli Stati Uniti, i neri sono il 30% della popolazione, ma finora rappresentano il 70% dei deceduti per Covid-19. Il bilancio delle vittime negli Stati Uniti è diventato così ineguale che sono state fatte richieste di aiuti alle comunità etniche. La democratica Alexandria Ocasio-Cortez ha affermato che gli aiuti dovrebbero essere effettuati subito proprio a causa della continua disuguaglianza sociale, la quale ha lasciato i neri, in particolare, in condizioni così precarie tali da detenere maggior rischio di morire a causa del virus. Il il razzismo ambientale, il divario della ricchezza e lo sfruttamento lavorativo sono le condizioni di salute alla base di molte minoranze negli Usa.

Ocasio-Cortez ha scritto sia al sindaco di New York sia ai governi federali per la loro risposta alla pandemia, affermando coraggiosamente che quando il Congresso ha approvato il pacchetto pandemico da 2 trilioni di dollari, in esso non ha incluso aiuti specifici per le comunità svantaggiate, quali le minoranze etniche.

“Stiamo essenzialmente premiando e offrendo un trattamento preferenziale ai proprietari terrieri e alle persone più abbienti e non stiamo offrendo lo stesso tipo di sollievo agli affittuari e ai ceti più bassi. Quello che ora stiamo facendo è la creazione di un nuovo problema di classe e razza”, ha affermato la deputata.

Anche prima che la pandemia prendesse piede negli Stati Uniti, l’Association of American Medical College ha avvertito che il virus avrebbe più facilmente colpito le comunità più povere. Così è stato, ma in pochi hanno ascoltato tali avvertimenti.

Fonti: The National

Sostieni il nostro giornalismo indipendente su Patreon, la più grande piattaforma online dedicata alle donazioni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...